Home » News » MARATONE E MUSICA DA PORDENONE A NEW YORK

MARATONE E MUSICA DA PORDENONE A NEW YORK

MARATONE E MUSICA DA PORDENONE A NEW YORK - Maurizio Baglini

Alla maratona di New York quest’anno correrà anche Maurizio Baglini. Appassionato di podismo, il pianista sarà ai nastri di partenza della gara di running più famosa del mondo domenica 2 novembre, dove gareggerà come testimonial di Amiata Piano Festival, la prestigiosa rassegna musicale che si svolge ogni estate in Toscana. Prima di partire per gli Stati Uniti, Baglini parteciperà anche alla caratteristica “Maratonina dei Borghi” in programma a Pordenone domenica 12 ottobre, in questo caso vestendo la maglia del Teatro Comunale Giuseppe Verdi, di cui è consulente artistico per la danza e per la musica dal 2013.

 

Negli ultimi anni il musicista ha partecipato alle maratone di Parigi e Pisa, alla Cortina-Dobbiaco Run e alla Vienna City Marathon, dove ha registrato il record personale di 3h 27m 03s.

 

Le due prossime gare sono inserite in un’agenda fitta di impegni. La sfida sarà trovare il tempo per allenarsi, tra un concerto e l’altro: Baglini infatti è atteso a Belluno (14 ottobre), in Belgio a Torhout con la violoncellista Silvia Chiesa (21), a Firenze con l’Orchestra del Maggio Musicale (25) e proprio a New York, sempre con Silvia Chiesa, alla Klavierhaus/Fazioli (31). Finite le gare, nemmeno il tempo di riposarsi e prende il via la promozione del nuovo cd per Decca/Universal con l’integrale pianistica di Mussorgsky, poi sono in programma i concerti al Villa d'Este Wine Symposium di Cernobbio, Como, con il violinista Nicolas Dautricourt e Silvia Chiesa (8 novembre) e a Perreux-sur-Marne, in Francia, con il Quatuor Tana e l’attore Richard Bohringer (12), il récital a Milano per la Società dei Concerti (3 dicembre), il concerto con I Virtuosi Italiani a Montecarotto, Ancona, per il Festival Pergolesi Spontini (7), il récital al Musée D’Orsay di Parigi (9), infine due appuntamenti cameristici al Teatro Ponchielli di Cremona (10) e al Teatro Palladium di Roma (18).

 

Per le maratone di Pordenone e New York Baglini indosserà scarpe da corsa e body tecnico della Brooks Sports Inc., azienda leader nel settore running (www.brooksrunning.it).

 

Baglini, da sempre appassionato runner è tra i protagonisti – con, tra gli altri, Joe Bastianich e DJ Linus - del libro Il papa non corre di Irene Righetti e in un'intervista per “Runner’s World” racconta: "Talvolta chi corre ha proprio bisogno del suono, che presenta infatti punti in comune con il running, come ritmo e concentrazione".

 

A proposito delle prossime gare afferma: “Sono particolarmente orgoglioso di correre a Pordenone: una città a cui mi sento molto legato e che ha accolto con entusiasmo le proposte artistiche con cui ho cercato di internazionalizzare il Teatro Comunale. New York mi appare invece come una sfida da brivido: più che una gara, è un mito mondiale, traguardo di tutti i runner”.